Visita Neurologica

Durante una visita o attraverso la storia clinica dell’animale, il medico veterinario può individuare una sintomatologia neurologica e richiedere una valutazione specialistica.

La visita neurologica ha la funzione di confermare o escludere il coinvolgimento del sistema nervoso il quale è formato da strutture intracraniche (cervello), extracraniche (midollo spinale) e dal sistema nervoso periferico (nervi, muscoli e placca neuromuscolare)

La visita permette di individuare con precisione quali di questi tre componenti è interessata e permette di stilare una lista di possibili cause che hanno determinato la sintomatologia.

Sulla base di questi riscontri viene stabilito un protocollo diagnostico, ossia le indagini necessarie per una diagnosi. Gli esami che possono essere proposti dallo specialista variano da animale ad animale e includono esami di laboratorio, radiografie, TC o risonanza, esame del liquido cefalorachidiano, elettrodiagnostica e/o biopsie neuromuscolari.

Queste indagini permettono nella maggioranza dei casi di avere una diagnosi della patologia e quindi di poter impostare una terapia mirata di tipo medico o chirurgico. E’ importante sottolineare che raggiungere una diagnosi permette al medico una prognosi corretta sulle possibilità di recupero dell’animale.

 

APPROFONDIMENTI:

- Epilessia nel cane e nel gatto

- Ernia del disco nel cane